Al mercato

di Dino Garrafa.




Mi secca. L’ho raccontato mille volte che mamma me lo ha fatto dire pure alla vicina del pianerottolo e pure alla maestra. Vabbè te lo dico, però solo una volta e non fare che poi ti suona il cellulare e non mi senti che poi non te lo racconto più. Anzi aspetta che ce lo dico a mamma che se dobbiamo uscire non te lo posso raccontare proprio che il fatto che ti racconto non si può interrompere. ( …) Ho visto che sta parlando con zia Rita in cucina che chissà quando finisce che quando parlano sembrano due radio. Allora mo’ te lo posso raccontare. Insomma ieri che non sono andata a scuola perché mi ha visitato il medico degli occhi che forse mi devo mettere gli occhiali, ho fatto la spesa con mamma al mercato, non quello che si mette qua vicino, quello più lontano che a me mi viene il fiatone a portare le buste che tanto che pesano mi fanno male le mani che quando lascio le buste non riesco ad aprire le mani dal dolore. Mamma parlava con quella che vende i peperoni, che mamma parla sempre, ed io mi seccavo e guardavo un cagnolino bellissimo che lo passeggiava una signora ricca che pure lei parlava con quello dei pesci, che le femmine parlano sempre. Mentre io volevo andare dal cane che mamma invece mi tirava dal braccio, ho visto uno che stava vicino ai pesci che poi l’ho visto che correva forte e gridava forte per far spaventare le persone che così lo facevano passare dalla paura. Quello dei pesci , che alzava la signora ricca che era caduta e che c’aveva il sangue alle orecchie che ci avevano rubato gli orecchini che io mi sono accorta di tutto mentre mamma parlava. E pure mo’ che ti sto raccontando questo fatto mamma sta parlando ancora con zia Rita. Ma io dico ci sono persone cattive che fanno queste cose alle persone ricche che escono di casa, forse è meglio come fa mamma che quando usciamo gli orecchini miei del battesimo che mi ha regalato Zio Luigi che mo’ è morto, e i soldi se li mette in un fazzoletto e poi nel reggipetto. Però un soldo spiccio me lo da’ a me la domenica nella messa che lo devo dare a quello che passa col cestino. Speriamo che non ci rubano pure quelli.

7 visualizzazioni

©2018 by Dino Garrafa. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now